Archivi
Quando vi parlano di UX e UI Design... - KarmaWeb Solutions
16505
post-template-default,single,single-post,postid-16505,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,side_area_uncovered_from_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-11.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
ux e ui design

Quando vi parlano di UX e UI Design…

Proprio oggi ci ha contattata un azienda per un secondo parere dopo che qualche professonista del settore informatico li aveva messi in crisi dicendogli che: “dopo un’attenta analisi del vostro sito web abbiamo riscontrato una UX povera e una UI poco curata”. Queste terminologie spesso vengono usate unicamente per “far colpo”, ma hanno comunque un ben preciso significato… Dopo aver rassicurato l’azienda che non avevano comunque diagnosticato al loro attuale sito web niente di incurabile ho pensato di scrivere questo articolo sperando di fare un poco di chiarezza su questi termini, per cui se anche voi siete a digiuno di tali termnologie vi invito a proseguire la lettura.

Ma partiamo dall’inizio.

Per meglio comprendere il significato di tali termini è d’obbligo fare anche la precisazione su quali sono le differenze tra un web designer e un web developer. Spesso ci si confonde anche su tali ruoli, perchè, anche se è vero che oggi occorre essere abbastanza flessibili e riuscire a coprire molti ruoli e competenze (sopratutto per quanto riguarda i freelance), è anche vero che spesso ci si meraviglia e si tende a criticare negativamente il lavoro di un web developer se considerato da un punto di vista estetico o di un web designer se considerato da un punto di vista funzionale.

Perfino molti recruiter talvolta sembrano confondere tali terminologie richiedendo in svariati annunci, per esempio “un web designer esperto in php” o “un web developer esperto di Photoshop”.
Ok, spesso si “pretendono” entrambe le cose, ma questo è un altro discorso…

Diciamo che il web design è focalizzato sull’estetica di un sito web, mentre il web developer si occupa di “trasformare” in codice ciò che il web designer crea.

Un web designer è quindi un creativo, quasi sempre esperto di grafica e con un un particolare gusto per l’accostamento di colori, forme e tipografia. Utilizza principalmente l’emisfero destro del cervello, associato a creatività, intuizione e immaginazione ed è quindi quello che si può considerare come creativo.

Un web developer invece ha una consolidata conoscenza di linguaggi come PHP, Python, C e Ruby e utilizza principalmente l’emisfero sinistro del cervello, base del pensiero logico, analitico e tecnico.

Come si diceva prima non è affatto raro che oggi molti web developer si occupino anche di web design, e viceversa. Avere una conoscenza di entrambe le discipline aiuta a organizzare meglio il proprio lavoro e soddisfare con maggior consapevolezza tutte le esigenze del cliente, in quanto non esiste pagina web che non coinvolga sia l’una che l’altra specializzazione. Spesso ci si adatta a ricoprire entrambi i ruoli anche per contenere i costi di sviluppo di un progetto.

Ma veniamo alla questione UI e UX

UX design è l’acronimo di User Experience design (abbreviato anche come UXD) ed è composto da quell’insieme di processi atti ad accrescere la soddisfazione dell’utente migliorando l’usabilità di una pagina web, la sua facilità di utilizzo, l’intuitività e l’interazione.

Il termine fu coniato nei tardi anni ’90 da Don Norman, che all’epoca dichiarò:

 

“La “User experience” abbraccia tutti gli aspetti dell’interazione tra l’utente finale e l’azienda, i suoi servizi e i suoi prodotti.”

Ciò implica il fatto che, al di là dei mezzi utilizzati, l’UX design comprenda qualsiasi tipo di interazione tra un cliente (attivo o potenziale) e l’azienda che fornisce un dato servizio o prodotto.
Lo scopo finale è sempre e comunque quello di migliorare l’esperienza dell’utente, fornendogli esattamente ciò che desidera, senza troppi fronzoli o complicazioni.
Un buon risultato viene raggiunto non solo attraverso il giusto accostamento di forme e colori, ma anche tramite contenuti accattivanti, call to action ben posizionate, fluidità di navigazione e facilità di comprensione dei processi.

L’UX designer è una figura in grado di comprendere oltre alle regole del desig anche il marketing avendo conoscenze, seppur basilari, di sociologia, psicologia e scienze cognitive. Il suo compito è quindi quello di fornire indicazioni chiare e precise agli altri reparti, se presenti, per far sì che il sito websia quanto di più vicino possibile alle necessità ultime del cliente.

L’UI design (acronimo di User Interface design) è un sottoinsieme dell’UX design, in tutto e per tutto la sua “anima visual”. Ed è anche la mansione più facilmente travisata e soggetta a libera interpretazione da parte delle aziende negli annunci di lavoro (come prima accennato).
Mentre la User Experience è un agglomerato di azioni focalizzate all’ottimizzazione di un prodotto, l’UI design si occupa prettamente della presentazione del prodotto stesso.
L’UI designer è infatti deputato a tutto ciò che riguarda la parte visual e interattiva di un prodotto web, in primis l’interfaccia che si presenta all’utente e che rappresenta il primissimo impatto con il brand.
Domande tipo che ci si deve porre: Mi trasmette fiducia? Mi sta guidando verso ciò di cui ho bisogno? Dove sono portato a cliccare?
Lo scopo ultimo è quindi quello di guidare l’utente all’interno della pagina, indicandogli con chiarezza e precisione dove può trovare ciò che cerca esclusivamente attraverso l’interfaccia.

Mentre l’UX designer non ha necessariamente bisogno di conoscere il codice, all’UI designer viene sempre più spesso richiesto di approcciarsi alla programmazione web per poter costruire una migliore interattività con l’utente. Da questo punto di vista, la sua figura e quella del web designer si stanno lentamente fondendo e diventando un’unica mansione.

La “User experience” abbraccia tutti gli aspetti dell’interazione tra l’utente finale e l’azienda,… Condividi il Tweet

Quale dei due aspetti è più importante?

Entrambe sono irrinunciabili.
Se una pagina è efficientissima dal punto di vista dell’esperienza utente ma è esteticamente inguardabile, probabilmente non è stato fatto un buon lavoro di UI design.
Se al contrario la pagina è accattivante e ben costruita ma presenta evidenti problemi di navigazione, manca alla base un processo di UX design.
Le due discipline si completano a vicenda e vanno sempre curate in egual misura insieme ad altri aspetti importantissimi come il SEO (Search Engine Optimization)… ma questo è un altro discorso e se vi interessa potete passare all’articolo sopra linkato.

E il tuo sito ha una buona UI e UX?
Contattaci SUBITO e SENZA IMPEGNO


Sito WebGestionale WebAssistenzaGestione Sito3DIstituzionale e LogoGrafica e StampaAltro