Archivi
Google indica quale dovrebbe essere il futuro delle App - KarmaWeb Solutions
L’ultima Google novità è l’apertura del programma per la realizzazione di instant app, applicazioni che non necessiteranno di essere fisicamente installate sul nostro dispositivo. Le Instant App infatti saranno fruibili dal browser di sistema senza doverle scaricare dal Play-Store, ovviando così al problema relativo alla saturazione della memoria dei dispositivi. Le linee guida lanciate da Big G sono chiare e precise, gli sviluppatori dovranno, per rendere le loro app instant, frammentare il loro software al fine che l’utente possa usufruire solo di ciò che effettivamente ha bisogno in quel momento, limitando al minimo i tempi d’attesa. Il cambiamento per gli utilizzatori alla fine sarà quasi impercettibile, infatti queste instant app, oltre al non dover essere fisicamente installate, funzioneranno esattamente come della classiche applicazioni, con il grande vantaggio di occupare solo momentaneamente le memorie dei nostri smartphone e alla chiusura di queste, la memoria verrà nuovamente liberata. Come funziona Instant Apps? Aprendo un link web che rimanda ad un'app compatibile con la funzionalità Google Play va a scaricare alcune piccole parti necessarie per eseguire l'app, ma non il pacchetto di installazione completo e senza alcuna installazione; completato questo processo, che richiede pochi secondi, gli utenti possono utilizzare l'applicazione come se fosse installata, ma senza realmente installarla. Questo significa che usciti dalla pagina non ci saranno informazioni che restano salvate sul dispositivo in locale. Il primo esempio mostrato a I/O 2016 di come funziona Instant Apps è il seguente: l'utente fa clic su un collegamento web che rimanda all'app Buzzfeed Video per visualizzare una ricetta, e subito viene trasportato nella pagina dell'app dove puo' trovare quella ricetta che ha cercato, il tutto in circa due secondi. In un altro esempio, è stato mostrato come si puo' completare velocemente l'acquisto di una borsa porta fotocamera: cercando per esempio 'borsa porta fotocamera' su Google e trovando tra i risultati un link ad un prodotto disponibile nel catalogo di B&H, cliccando su quel link si viene rimandati al Google Play Store, dove invece di cliccare su 'installa' si attende la rapida apertura dell'applicazione via Instant Apps che permette così di acquistare il prodotto in pochi step, senza aver scaricato l'app sul telefono. Per sviluppatori, tecnomaniaci o solo molto curiosi, nel video proposto potete vedere come funziona Android Instant Apps (nel player andate a 1 ora e 51 minuti circa.).
google, app, applicazione, applicazioni, android, instant apps, Nugat, Marshmallow
16400
post-template-default,single,single-post,postid-16400,single-format-video,ajax_updown_fade,page_not_loaded,qode-page-loading-effect-enabled,,qode-title-hidden,side_area_uncovered_from_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.8,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

Google indica quale dovrebbe essere il futuro delle App

L’ultima Google novità è l’apertura del programma per la realizzazione di instant app, applicazioni che non necessiteranno di essere fisicamente installate sul nostro dispositivo.

Le Instant App infatti saranno fruibili dal browser di sistema senza doverle scaricare dal Play-Store, ovviando così al problema relativo alla saturazione della memoria dei dispositivi.
Le linee guida lanciate da Big G sono chiare e precise, gli sviluppatori dovranno, per rendere le loro app instant, frammentare il loro software al fine che l’utente possa usufruire solo di ciò che effettivamente ha bisogno in quel momento, limitando al minimo i tempi d’attesa.

le Instant App saranno delle app frammentate, i cui pacchetti verranno scaricati momentaneamente sul nostro smartphone, dopo aver cliccato sul link relativo alla app Condividi il Tweet

Il cambiamento per gli utilizzatori alla fine sarà quasi impercettibile, infatti queste instant app, oltre al non dover essere fisicamente installate, funzioneranno esattamente come della classiche applicazioni, con il grande vantaggio di occupare solo momentaneamente le memorie dei nostri smartphone e alla chiusura di queste, la memoria verrà nuovamente liberata.

Come funziona Instant Apps?

Aprendo un link web che rimanda ad un’app compatibile con la funzionalità Google Play va a scaricare alcune piccole parti necessarie per eseguire l’app, ma non il pacchetto di installazione completo e senza alcuna installazione; completato questo processo, che richiede pochi secondi, gli utenti possono utilizzare l’applicazione come se fosse installata, ma senza realmente installarla. Questo significa che usciti dalla pagina non ci saranno informazioni che restano salvate sul dispositivo in locale.

Il primo esempio mostrato a I/O 2016 di come funziona Instant Apps è il seguente: l’utente fa clic su un collegamento web che rimanda all’app Buzzfeed Video per visualizzare una ricetta, e subito viene trasportato nella pagina dell’app dove puo’ trovare quella ricetta che ha cercato, il tutto in circa due secondi. In un altro esempio, è stato mostrato come si puo’ completare velocemente l’acquisto di una borsa porta fotocamera: cercando per esempio ‘borsa porta fotocamera’ su Google e trovando tra i risultati un link ad un prodotto disponibile nel catalogo di B&H, cliccando su quel link si viene rimandati al Google Play Store, dove invece di cliccare su ‘installa’ si attende la rapida apertura dell’applicazione via Instant Apps che permette così di acquistare il prodotto in pochi step, senza aver scaricato l’app sul telefono.

Per sviluppatori, tecnomaniaci o solo molto curiosi, nel video proposto potete vedere come funziona Android Instant Apps (nel player andate a 1 ora e 51 minuti circa.).