Archivi
Apple, il passo falso delle cuffie senza fili - KarmaWeb Solutions
Ha avuto il coraggio di innovare, dismettendo il caro e vecchio jack audio. Ma adesso rischia di pagare un prezzo salato in fatto di immagine e mancati introiti. Quella di Apple e delle ormai famigerate cuffiette Airpods è un po’ un romanzo di fine anno. In occasione del lancio di iPhone 7, da Cupertino hanno deciso di dare un taglio col passato: addio all’ingresso per il jack audio e spazio alle cuffiette senza fili. Il punto è che iPhone 7 è sul mercato da ormai circa 3 mesi, mentre delle Airpods non v’è traccia. Una latenza che sta facendo molto rumore nel mondo tech, tanto che in queste settimane Apple ha dovuto prendere posizione, spiegando al sito TechCrunch che serve altro tempo per vedere le cuffiette senza fili sul mercato: «Le prime reazioni ad AirPods sono state incredibili. Non crediamo nell’immissione sul mercato di un prodotto prima che sia pronto, ed abbiamo bisogno di un po’ più di tempo per far si che AirPods siano pronte per i nostri clienti». E chi si aspettava l’arrivo delle Airpods per Natale, deve ricredersi. I tempi sono ancora lunghi. Per Apple l’annuncio di un’innovazione così importante e i conseguenti ritardi sono un passo falso abbastanza clamoroso. Anche perché, col passare dei giorni cresce il sospetto che non si tratti di un problema di produzione ma di un vero e proprio problema tecnico. Il Wall Street Journal ha riportato la testimonianza di una persona vicina allo sviluppo delle cuffiette, secondo la quale i problemi veri derivano dal fatto che Apple deve trovare un nuovo canale di trasmissione per le cuffie wireless. In gran parte delle altre cuffie wireless, soltanto un auricolare riceve il segnale dal dispositivo tramite tecnologia Bluetooth, trasmettendolo poi all’altro auricolare. Con Airpods, invece, ogni auricolare riceve segnali indipendenti da iPhone, Mac o altri dispositivi Apple. E il sincronismo dei due segnali pare non convinca del tutto. Una bella gatta da pelare per l’azienda di Cupertino.
tecnologia, notizie, apple, cuffie, senza fili, airpod, airpods, news
16248
post-template-default,single,single-post,postid-16248,single-format-standard,ajax_updown_fade,page_not_loaded,qode-page-loading-effect-enabled,,qode-title-hidden,side_area_uncovered_from_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.8,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

Apple, il passo falso delle cuffie senza fili

Ha avuto il coraggio di innovare, dismettendo il caro e vecchio jack audio. Ma adesso rischia di pagare un prezzo salato in fatto di immagine e mancati introiti.

Quella di Apple e delle ormai famigerate cuffiette Airpods è un po’ un romanzo di fine anno. In occasione del lancio di iPhone 7, da Cupertino hanno deciso di dare un taglio col passato: addio all’ingresso per il jack audio e spazio alle cuffiette senza fili. Il punto è che iPhone 7 è sul mercato da ormai circa 3 mesi, mentre delle Airpods non v’è traccia. Una latenza che sta facendo molto rumore nel mondo tech, tanto che in queste settimane Apple ha dovuto prendere posizione, spiegando al sito TechCrunch che serve altro tempo per vedere le cuffiette senza fili sul mercato: «Le prime reazioni ad AirPods sono state incredibili. Non crediamo nell’immissione sul mercato di un prodotto prima che sia pronto, ed abbiamo bisogno di un po’ più di tempo per far si che AirPods siano pronte per i nostri clienti». E chi si aspettava l’arrivo delle Airpods per Natale, deve ricredersi. I tempi sono ancora lunghi.

Per Apple l’annuncio di un’innovazione così importante e i conseguenti ritardi sono un passo falso abbastanza clamoroso. Anche perché, col passare dei giorni cresce il sospetto che non si tratti di un problema di produzione ma di un vero e proprio problema tecnico. Il Wall Street Journal ha riportato la testimonianza di una persona vicina allo sviluppo delle cuffiette, secondo la quale i problemi veri derivano dal fatto che Apple deve trovare un nuovo canale di trasmissione per le cuffie wireless. In gran parte delle altre cuffie wireless, soltanto un auricolare riceve il segnale dal dispositivo tramite tecnologia Bluetooth, trasmettendolo poi all’altro auricolare.

Con Airpods, invece, ogni auricolare riceve segnali indipendenti da iPhone, Mac o altri dispositivi Apple. E il sincronismo dei due segnali pare non convinca del tutto. Una bella gatta da pelare per l’azienda di Cupertino.

Ha avuto il coraggio di innovare, dismettendo il caro e vecchio jack audio. Ma adesso rischia di pagare un prezzo salato in fatto di immagine e mancati introiti. Condividi il Tweet

Fonte: http://nova.ilsole24ore.com/